promorama.it ` last update` 13 Dicembre 2017 - P.IVA 01837450509
Promorama, music promotion services
Share: Twitter Delicious Reddit digg stumbleupon                      
home
labels
bands
tour dates
newsletter
press room
about us
contacts
search
search
01 | 02 | 03 | 04
bio.PDF Multimedia
cover



Venus In Furs
Carnival
last update: 19.02.16

intro | biografia | discografia | links | multimedia | archivio

"Carnival" è il secondo album di Venus In Furs che esce a quattro anni di distanza dal fortunato “Siamo pur sempre animali” (Phonarchia Dischi) ed a due dall'Ep “BRA! Braccia Rubate All'Agricoltura” pubblicato nell'esclusivo formato Key- Play USB

Un album pirotecnico, che cattura al primo ascolto e che rivela i suoi molteplici aspetti in maniera giocosa, osando soluzioni inusuali. L'ascolto di "Carnival" ci consegna un disco in cui si passa dal rock di matrice americana al cantautorato italiano di qualità e, da questo, al pop, snocciolando canzoni di rara potenza anthemica, mai banali, da cantare spudoratamente ad alta voce.
La produzione sofisticata, curata da Nicola Baronti veste in modo impeccabile un disco di cui è divertente scoprire i dettagli e le colorazioni che fanno capolino in ciascun brano: suonini, ritmi e accenti distribuiti con gusto lungo tutta la durata del disco. Un album da ascoltare in cuffia ma che colpisce anche per la qualità dei testi. Dieci storie che scorrono e si lasciano narrare, animate da personaggi, curiosi, piccoli eroi del nostro tempo.

Track by track di Claudio Terreni

Datemi fuoco
Apre l’album ed è il classico pezzo che parla dell' “aria che tira”... Sembra che basti veramente un attimo per far scoppiare tutto. L’aria è elettrica, eppure non succede niente.
Dammi tempo
La mancanza di tempo è stato il vero hashtag di questo disco. La continua perdita di ore di sonno, i pasti saltati. Non potevamo non parlarne. Fa letteralmente parte di noi.
Vieri
L'ascesa e la rovinosa caduta di Christian Vieri passato dai campi di calcio ai rotocalchi scandalistici, per poi approdare a “Ballando sotto le stelle”.Un eroe (s)caduto. Un brano che parla di ambizioni, rinunce. ansie ed insoddisfazioni.
Battles
La perenne precarietà e la fuga dei cervelli. Molti amici costretti a dover prendere un aereo e cambiare aria malgrado lauree e competenze. Partire non più per “andare a vedere” cosa c’è al di là del confine, ma semplicemente perchè “non si può più restare”.
Nazisti
Lo scetticismo generale nei confronti della politica. Nesssuno protesta, poche manifestazioni di piazza;al loro posto un sacco di post, prese di posizione prive di argomentazioni e discriminazioni ad alta digeribilità via hashtag. Frustrazione e solitudine sono l'humus in cui prosperano posizioni violente.
Anita così non vale
L'incontro di una notte con una ragazza. Immaginare che tipo di persona fosse senza conoscerla, senza averci parlato, cosa ci saremmo detti se ci fossimo rivisti?1:19 secondi Senza Filtro.
Semplifica
Per molti è la ballata strappa cuore. Per altri è il singolo. Per noi è solo un brano come gli altri, che parla di amore e rapporti umani.
Ogni Maledetta Domenica
La Fi-Pi-LI (SS Firenze-Pisa-Livorno) in una domenica d'agosto. Hai fretta, e davanti ti trovi il temutissimo “omino col cappello” che guida ben sotto i limiti minimi di velocità paralizzando il traffico. Scritta rigorosamente in macchina, al volante. Di domenica.
Giulio
L'elaborazione di un rapporto personale finito ed ormai superato. Della fatica spesa nel farlo, di episodi passati che ti rimbalzano in mente per mesi e mesi. In questi casi penso a Giulio, il mio gatto grigio sui tetti di Pisa, che gira nei vicoli alla ricerca di un pasto frugale, e via di nuovo sui tetti ad osservare, imperturbabile, con distacco, la vita che gli passa davanti.
San Valentino
Storie d’amore come questa in realtà sono all’ordine del giorno.Tanto vale dedicarle una colonna sonora. Ode alla festa del 14 febbraio. A modo nostro.
Prisencolinentinainciusol
Nacque come Lato B di “Juke Box”, un brano di Celentano che ebbe molto meno fortuna a confronto. Uno dei primi pezzi Rap della storia che riuscì a ritagliarsi uno spazio anche nelle classifiche internazionali. Fu scritto con molta leggerezza, con un Adriano Celentano che improvvisava su un Loop (da vinile incantato).Abbiamo cercato di ricreare lo stesso approccio convinti che il tema dell’incomunabilità sia tuttora molto molto attuale. Infine, è bene dirlo, ci siamo divertiti da matti.