promorama.it ` last update` 13 Dicembre 2017 - P.IVA 01837450509
Promorama, music promotion services
Share: Twitter Delicious Reddit digg stumbleupon                      
home
labels
bands
tour dates
newsletter
press room
about us
contacts
search
search
01 | 02 | 03 | 04
bio.PDF Multimedia
cover



Gli Occhi Degli Altri
Non Ci Annoieremo Mai
last update: 24.11.17

intro | biografia | discografia | links | multimedia | archivio

Gli Occhi Degli Altri vivono in una città fra le montagne e il lago, dove gli spazi risultano inevitabilmente stretti.

Per crescere hanno dovuto, necessariamente, uscire e cercare nuovi spazi in cui ambientare le loro storie. I chilometri non li spaventano perché, in fondo, amano la loro terra e più si allontanano dai loro luoghi e più si emozionano nel tornarci.
Il paesaggio del lago, come loro stessi, cambia ad ogni stagione, influenzando le loro esistenze e, inevitabilmente, le loro canzoni.

Gli Occhi Degli Altri sono punti di vista diversi, sono quello che accade quando questi si scontrano e il risultato non è mai come lo avevi previsto.

I GODA nascono dalla malinconia, dalle urla, dal sudore, dai mozziconi e dai vetri accumulati, dai rapporti sfiniti e dalle cicatrici, dalle risate che dilagano, dalla birra che ha inzuppato le loro scarpe.

Un racconto che inizia dalle delusioni della vita di provincia, passa per l'esperienza in una metropoli inglese e prende coscienza della sconfitta. E' affrontare le difficoltà e ripartire seguendo il proprio istinto, con una visione trasformata della realtà.

"Non ci annoieremo mai" è un titolo che si presta a una duplice interpretazione: da un lato può sembrare un atto di fede verso se stessi, come se l'esistenza della band stessa fosse l'unico motivo per fare davvero qualcosa.

Da un altro lato può apparire come un atto di presunzione che solo dei ragazzi possono avere: e così si tiene alto il volume, per necessità e conforto personale, visto che la noia e la solitudine sono fra le costanti della vita di ogni giorno.

"Scriviamo canzoni per non morire lentamente”.